Pinot Nero San Marone Fontezoppa

Marche Pinot Nero IGT

San Marone

2013

FONTEZOPPA

esame visivo

Rosso granato, limpido, abbastanza consistente.

esame olfattivo

Intenso, complesso, fine. Fruttato evoluto, speziato e tostato. Confettura di frutti di bosco, ciliegie sciroppate, note boisé e di liquirizia.

esame gusto-olfattivo

Secco, caldo, morbido, fresco, abbastanza tannico, abbastanza sapido. Di corpo, equilibrato, intenso, abbastanza persistente, fine.

conclusioni e abbinamenti

Armonico e maturo. Ha sicuramente raggiunto il suo apogeo, pertanto non ritengo che il prolungamento del soggiorno in bottiglia possa migliorarlo ulteriormente.

Uve Pinot Nero in purezza, raccolte a mano e vinificate in acciaio; il vino matura in acciaio per passare poi all’affinamento in barrique per 18 mesi, e infine in bottiglia per altri 12 mesi. Le viti sono “allevate” ai pendii dei Monti Azzurri, in zona Serrapetrona, ad altitudine di 450 metri s.l.m. e con esposizione dei declivi verso sud.

Attacco deciso e fresco; in bocca la freschezza acida lascia rapidamente il posto ad una buona morbidezza e discreta struttura, per chiudere sulle note calde. Tannino setoso e ben levigato, elegante sul finale, quest’ultimo di media lunghezza. L’alcool si fa sentire (14% vol.) ma non in modo invadente, per quanto avrei preferito un “mezzo grado” più sotto! Il contributo delle barrique è piacevole ma un po’ troppo “coprente”, portando ad un risultato finale che non permette di apprezzare appieno le caratteristiche intrinseche del vitigno, omologando parzialmente il vino.

Data la spiccata freschezza acida e la buona componente alcolica, oltre alla leggera speziatura, gli abbinamenti vedono pietanze di buona grassezza, con tendenza dolce (attenzione, non dolcezza!), buona succulenza e discreta aromaticità e speziatura. Peperoni ripieni di carne e salsiccia; filetto di manzo al pepe verde; spezzatino di manzo con piselli. Come primi piatti, strozzapreti al pecorino romano e guanciale di maiale affumicato. A fine pasto, con formaggi stagionati a pasta dura o semidura, anche erborinati.

valutazione *  80/100

scheda del produttore

Paride Leali

sommelier

* valutazione esclusivamente personale, effettuata su un solo campione acquistato.

Pinot Nero “San Marone” 2013 – Fontezoppa
Tag: