Syrah Molino a Vento 2017

Syrah Terre Siciliane IGP

"Molino a Vento"

2017

TENUTE ORESTIADI

esame visivo

Limpido, abbastanza consistente, rosso porpora tendente al rubino intenso.

esame olfattivo

Abbastanza intenso, complesso, abbastanza fine. Fruttato di frutti neri di bosco e ciliegia; leggermente tostato, franco. Note terrose e leggera vinosità.

esame gusto-olfattivo

Secco, abbastanza caldo, morbido, fresco, poco tannico, sapido. Di corpo, equilibrato, intenso, abbastanza persistente, fine.

conclusioni e abbinamenti

Pronto e armonico.

Nel complesso un vino franco e di buona fattura, che tuttavia entusiasma più in bocca che al naso, quest’ultimo ricco di note fruttate, con evidente componente “terrosa” dovuta probabilmente alla composizione limo-argillosa del territorio, una leggera vinosità e discrete note tostate, tra cui il cacao.

Al palato apre in morbidezza, manifestando da subito una struttura in grado di controllare bene il titolo alcolometrico del 13,5%, giusta freschezza acida e spiccata mineralità. Proprio la sapidità ci accompagna per l’intero percorso gustativo (e questo potrebbe anche lasciar supporre che i vigneti siano dislocati in zone a ridosso del mare, informazione che avrei gradito trovare nel sito web del produttore), chiudendo su un finale non particolarmente lungo ma elegante nel riproporre le nuance fruttate e tostate sul retro-olfattivo. Tannino leggero e vellutato, che si manifesta in modo assai discreto verso la chiusura, tipico del vitigno. Per quanto si tratti di un vino secco, potrei azzardare l’ipotesi che il residuo zuccherino superi quel limite di 5 gr/l che ci porterebbe a definirlo “quasi” abboccato.

Monovarietale Syrah, vinificato e maturato in acciaio, con passaggio finale in legno per 2-4 mesi.

Per quanto riguarda gli abbinamenti, ci indirizziamo verso piatti di media struttura; sarebbe preferibile evitare pietanze particolarmente succulente e/o untuose, pertanto non lo proporrei con piatti ricchi di intingoli (non sarebbero sufficientemente supportati dal tannino e dall’alcool).

Data la forte presenza minerale, resterei invece su pietanze di buona grassezza, preferibilmente con tendenza dolce (attenzione, da non confondersi con la dolcezza!); mi trovo quindi d’accordo con il produttore quando, nella scheda tecnica del vino, propone in abbinamento gli spaghetti alla carbonara, così come concordo sull’abbinamento con la carne rossa alla griglia, dove la tendenza amarognola tipica delle cotture grigliate bene si sposa con la spiccata morbidezza di questo vino.

Ricetta del giorno: arrosto di maiale alla birra, con cipolle.

valutazione *  80/100

scheda del produttore

Paride Leali

sommelier

* valutazione esclusivamente personale, effettuata su un solo campione acquistato.

Syrah “Molino a Vento” 2017 – Tenute Orestiadi
Tag: