Val di Neto IGT

Grisara

2018

Grisara Ceraudo

CERAUDO

SCHEDA ANALITICO-SENSORIALE

visivo

Cristallino, consistente, giallo dorato.

olfattivo

Intenso, ampio, di qualità eccellente. Fruttato, floreale, vagamente aromatico e agrumato: frutti esotici, mandorle tostate, rosa gialla.

gusto-olfattivo

Secco, caldo, morbido; fresco e sapido. Di corpo, equilibrato, intenso, persistente, di qualità eccellente.

conclusioni e abbinamenti

Maturo e armonico; il 2018 ha raggiunto il suo apogeo, pertanto consiglio di consumarlo entro il 2021.

Un vino interessante da ogni punto di vista, a partire dalla scelta di utilizzare il Pecorello in purezza, vitigno autoctono calabrese che spesso ritroviamo in uvaggio e che non va confuso con il Pecorino, diffuso nel centro Italia e in particolare nelle Marche.

Il Pecorello, noto già alla fine del 1800, dopo essere stato a lungo ignorato dalla vitivinicoltura italiana è stato sapientemente recuperato da Roberto Ceraudo ed oggi viene utilizzato sempre più spesso per produrre vini calabresi monovitigno dalla spiccata aromaticità, particolarmente intensi e ampi.

Il Grisara 2018 di Ceraudo è un vino biologico certificato che si presenta potente ed elegante già al naso, con i suoi profumi articolati che spaziano dalla frutta esotica alle sfumature mandorlate e agrumate. In bocca l’ingresso è altrettanto intenso sulle note di freschezza acida e sapidità, quest’ultima particolarmente suadente nella sua decisa componente minerale; evolve in morbida struttura per chiudere in retro-olfattivo piacevolmente amarognolo, su eleganti e leggere note mandorlate. Ottima la struttura, che sostiene perfettamente un titolo alcolometrico di tutto rispetto (14% vol.).

Raccolta notturna a mano delle uve, macerazione a freddo di un giorno con le bucce, fermentazione in acciaio con lieviti indigeni, stabilizzazione a freddo prima della filtrazione e affinamento solo in acciaio per mantenere la personalità e l’identità di questo raro vitigno calabrese. Infine, solamente 35 gr/l di solfiti provenienti esclusivamente dai processi fermentativi naturali. Che dire, un grazie a Ceraudo per questo capolavoro della enologia italiana.

Per gli abbinamenti, pietanze a base di pesce, verdure e carni bianche che presentino una buona aromaticità, tendenza dolce (da non confondere con la dolcezza!), discreta grassezza, buona struttura e persistenza aromatica intensa.

Ricetta consigliata*   GRATIN DI PESCE E FRUTTI DI MARE

* Link diretto alla ricetta presente sul sito web  ©buonissimo.it

Vai al sito del produttore

La nostra valutazione: 92/100  

NOTA: la analisi organolettica e la valutazione del vino in centesimi presenti in questa scheda tecnica sono da intendersi esclusivamente come espressione di un giudizio personale, derivante da una analisi visiva e gusto-olfattiva del prodotto. Non vi è pertanto alcuna valutazione di natura oggettiva derivante, ad esempio, da analisi tecniche di laboratorio (chimiche e/o fisiche), né vi è intenzione alcuna di fornire al lettore indicazioni sulla qualità oggettiva del vino analizzato. Per maggiori dettagli sul regolamento delle degustazioni, clicca qui.

Paride Leali

sommelier

Grisara 2018 – Ceraudo
Tag: